Materiali e attrezzature  |  Test e recensioni  |  Scarpette La Sportiva Futura  |  Test


SCARPETTE ARRAMPICATA LA SPORTIVA FUTURA

scarpette arrampicata la sportiva futura

La nuova scarpetta per arrampicata La Sportiva Futura non passerà sicuramente inosservata, con una tomaia in vitello scamosciato e Lorica di un intenso blu elettrico, decorata da dettagli neri e gialli.

La Sportiva riprende nome e colori di un modello storico per rilanciare il concetto di no-edge: il design della suola con bordo privo di spigoli e arrotondato, proposto per la prima volta con il modello Speedster.

Dopo le Speedster - una scarpetta molto tecnica e non adatta a tutti - sembrava infatti che il no-edge fosse stato più o meno messo in pausa, in favore di modelli ormai classici come ad esempio le Miura o Katana.
Escono invece le Futura, che lo ripropongono e rilanciano, con l'entusiastico supporto di Pietro dal Pra, che ne è diventato uno degli ambasciatori.

tecnologia no edge la sportiva

E a dire il vero, la Futura condivide con le Speedster ben più della suola in Vibram Xsgrip2 con sistema P3 (Permanent Power Platform) che mantiene l'arcuatura della suola più a lungo.
Il retro della scarpa ad esempio; i due modelli hanno lo stesso tallone estremamente morbido e la fascia in gomma che risale lungo l'alluce per facilitare gli agganci, nonché la grafica.

La Futura prende invece dall'altro "genitore", la Solution, l'ottimo sistema di chiusura che permette di regolare la scarpetta attorno al piede in maniera ottimale, nonché la linguetta interna in neoprene, che ne aumenta il comfort.

allacciatura scarpette la sportiva futura

A descriverla così potrebbe sembrare che un'evoluzione di una scarpetta di arrampicata "difficile" come la Speedster possa essere ancora più esclusiva nel suo utilizzo, ma La Sportiva ha disegnato le Futura per fornire maggior sostegno e comodità senza necessariamente dover strizzare il piede al massimo.
Si propone quindi come una scarpetta che dovrebbe consentire anche all'arrampicatore medio di apprezzarne le caratteristiche.

suola la sportiva futura

Come accennato prima, Pietro dal Pra non solo ne parla bene, ma preferisce il concetto no-edge a quello tradizionale. Online il dibattito a riguardo è aperto, con grande curiosità ma anche molta diffidenza e critiche. L'idea è sicuramente innovativa e logica, ma forse è ancora presto per sperare di superare le diffidenze del mondo dei climber nei suoi confronti.

Sarà forse della Futura il compito di far ricredere gli scettici?


Marzo 2012
Gabriele Culot


Leggi le impressioni della prova sul campo




Materiali e attrezzature  |  Test e recensioni  |  Scarpette La Sportiva Futura  |  Test