Materiali e attrezzature | Scarpe trekking e scarpe da avvicinamento


PEDULE E SCARPE DA TREKKING


Sono i migliori amici dei piedi dell'escursionista.
Ne esistono di più tipi, in base alle esigenze
Senza ricorrere agli scarponi da montagna, per brevi escursioni giornaliere su terreni facili esistono calzature che pur avendo suole robuste, che forniscono un'ottima tenuta e che riducono le vibrazioni sul piede hanno forma più simile alle classiche scarpe da ginnastica e hanno tomaie in materiali leggeri e molto aerati.
La classica calzatura da escursionismo, adatta invece alle uscite più lunghe e impegnative, è la pedula (lo scarponcino in pelle o in altro materiale robusto) che oltre ad avere una suola che “tiene” su ogni terreno, è abbastanza alta da fasciare e sostenere la caviglia proteggendola da eventuali lesioni. Delle buone pedule, o scarpe da trekking, sono solitamente fabbricate con materiale sintetico idrorepellente e traspirante. Al sostegno e alla robustezza deve affiancarsi anche un ottimo livello di comodità in modo da rendere agevoli anche le camminate più lunghe.
Come per tutta l'attrezzatura tecnica che scegliete, prima dell'acquisto provare vari modelli e marchi, in modo da trovare la calzata ideale. Lo scarponcino deve avvolgere il piede, ma senza esagerare, per evitare problemi quando, dopo una lunga camminata, i piedi si gonfiano.


CURA E MANUTENZIONE

Evitare di mettere la suola a contatto con sostanze acide oppure oleose che potrebbero danneggiare la gomma. Lavare regolarmente la tomaia con acqua in modo da togliere granelli di polvere e terriccio, e se le calzature sono provviste di membrane impermeabili e traspiranti non utilizzare detersivi per lavarli. Periodicamente utilizzare i prodotti specifici per ripristinare l'impermeabilità della tomaia. Asciugare in luogo aerato e in ombra.



Indice materiali e attrezzature