Forum Arrampicata   Arrampicata sportiva, alpinismo, montagna e trekking
Benvenuto, Ospite Ricerca | Topic attivi | Log In | Registrati

attenzione alla longe...
gabriele
#1 Inviato : mercoledì 30 marzo 2011 1.15.25(UTC)

Rank: Advanced Member

Gruppi: Registered
Iscritto: 24/03/2011(UTC)
Messaggi: 397
Man
Locazione: Trieste

Thanks: 1 times
Ringraziato: 0 time(s) in 0 post(s)
Date un'occhiata a questo video, e fate attenzione quando usate una longe con parecchio lasco... anche un volo di 60 cm può avere serie conseguenze, specie con il dyneema. Il video non è nuovo, ma l'ho rivisto oggi e ho pensato che potesse interessare.
http://www.dmmclimbing.com/video.asp?id=5
Davide.DB
#2 Inviato : mercoledì 30 marzo 2011 14.21.38(UTC)
Rank: Member

Gruppi: Registered
Iscritto: 26/03/2011(UTC)
Messaggi: 16
Man
Locazione: BL - Bananas and Nuclear unRepubblic

Thanks: 0 times
Ringraziato: 0 time(s) in 0 post(s)
IN merito alle longe ci sono ampie discussioni su PM e FV e pure dei riassunti sul forum di Mr. Kinobi..

Speso non dispiacia se faccio pubblicità ad altri fori..
gabriele
#3 Inviato : mercoledì 30 marzo 2011 14.54.21(UTC)

Rank: Advanced Member

Gruppi: Registered
Iscritto: 24/03/2011(UTC)
Messaggi: 397
Man
Locazione: Trieste

Thanks: 1 times
Ringraziato: 0 time(s) in 0 post(s)
Figurati.
Più girano le informazioni e meglio è.
In effetti leggevo Che come test vanno presi con le pinze, per quanto interessanti nella comparazione dei materiali, perchè utilizzano un sistema totalmente statico, nel quale l'unica dinamicità è data dalla fettuccia. Mentre nella realtà, tra imbrago, corpo, ossa, etc, gli elementi dinamici sono molti di più, e una differenza la fanno. Boh, non saprei.
Sta di fatto che è meglio fare nodi sul nylon che sul dyneema.
SanGioss
#4 Inviato : mercoledì 30 marzo 2011 18.41.32(UTC)

Rank: Advanced Member

Gruppi: Registered
Iscritto: 26/03/2011(UTC)
Messaggi: 283
Man
Locazione: Ronchi dei Legionari

Thanks: 0 times
Ringraziato: 0 time(s) in 0 post(s)
Anche se il corpo offre elementi dinamici è meglio non tenerne conto perchè si pagano con dolori e forse danni permanenti. Quindi è meglio che corde, cordini e fettucce facciano il loro dovere prima che la dinamica del corpo umano debba intervenire.
Non ho letto nessun dato recente perchè è da molto che non m'interesso più di queste cose.Ritengo che è già stato tutto studiato e quel che offre oggi il mercato è soltanto un reimpasto di quello che c'è già. I dissipatori mica li hanno inventati per niente. Se corde e cordini dissipano l'energia di caduta tramite l'allungamento è logico che uno spezzone corto si allunga meno e quindi resiste meno, quindi nessuna garanzia di tenuta. Questo è stato il principio per cui è stato studiato il dissipatore. Per quanto riguarda cordini e fettucce, data la loro esigua lunghezza è logico trattarli come statici, che siano nylon o dyneema. Ricordo i cordini in kevlar resistentissimi a trazione ma si tagliavano come burro se facevano angolo su uno spigolo. Per quanto riguarda i nodi, su qualsiasi corda di qualsiasi materiale un nodo ne può provocare la rottura perchè introduce sforzi di taglio in un sistema progettato per resistere a trazione.
Vigi
#5 Inviato : giovedì 31 marzo 2011 1.25.54(UTC)

Rank: Advanced Member

Gruppi: Registered
Iscritto: 26/03/2011(UTC)
Messaggi: 113

Thanks: 0 times
Ringraziato: 2 time(s) in 2 post(s)
Se non vado errato.... il nostro corpo riesce a tenere 13 Kn, oltre troveremo dei organi interni staccati che vagano senza meta :), già un' arresto a 6-7 Kn non è simpatico.
Gia una caduta di fattore 1 si prende un bel strappo, siamo circa sui 8kn per una persona di 80Kg con un volo di 1m ...... da qui hanno inventato il dissipatore :)
Consiglio di comprare una longe già pronta (daisy chain, yaku) per arrampicata, per le ferrate gli appositi kit (preferisco quelli a Y piutosto che quelli a V)
Davide.DB
#6 Inviato : giovedì 31 marzo 2011 8.38.51(UTC)
Rank: Member

Gruppi: Registered
Iscritto: 26/03/2011(UTC)
Messaggi: 16
Man
Locazione: BL - Bananas and Nuclear unRepubblic

Thanks: 0 times
Ringraziato: 0 time(s) in 0 post(s)
SanGioss ha scritto:
Ricordo i cordini in kevlar resistentissimi a trazione ma si tagliavano come burro se facevano angolo su uno spigolo.


Sicuro fosse Kevlar...??
Da quel che ho capito il kevlar è molto resistente al taglio, prova a tagliarlo con una forbice..
Davide.DB
#7 Inviato : giovedì 31 marzo 2011 8.50.32(UTC)
Rank: Member

Gruppi: Registered
Iscritto: 26/03/2011(UTC)
Messaggi: 16
Man
Locazione: BL - Bananas and Nuclear unRepubblic

Thanks: 0 times
Ringraziato: 0 time(s) in 0 post(s)
Vigi ha scritto:

Consiglio di comprare una longe già pronta (daisy chain, yaku) per arrampicata, per le ferrate gli appositi kit (preferisco quelli a Y piutosto che quelli a V)


mah.. le longe già pronte hanno un utilizzo specifico. e quindi come tali le usi. Per l'assicurazione in sosta io sono per il barcaiolo con la corda di cordata.
La longe, fatta con cordino o fettuccia solo per le doppie se ci sono, così in attesa di scendere, quel cordino o quella fettuccia la usi per soste/rinvii ecc.
SanGioss
#8 Inviato : giovedì 31 marzo 2011 9.11.09(UTC)

Rank: Advanced Member

Gruppi: Registered
Iscritto: 26/03/2011(UTC)
Messaggi: 283
Man
Locazione: Ronchi dei Legionari

Thanks: 0 times
Ringraziato: 0 time(s) in 0 post(s)
Vigi ha scritto:
Se non vado errato.... il nostro corpo riesce a tenere 13 Kn, oltre troveremo dei organi interni staccati che vagano senza meta :), già un' arresto a 6-7 Kn non è simpatico.
Gia una caduta di fattore 1 si prende un bel strappo, siamo circa sui 8kn per una persona di 80Kg con un volo di 1m ...... da qui hanno inventato il dissipatore :)
Consiglio di comprare una longe già pronta (daisy chain, yaku) per arrampicata, per le ferrate gli appositi kit (preferisco quelli a Y piutosto che quelli a V)



Esatto.
Gli studi fatti derivano da dati rilevati sull'accelerazione di gravità a cui i paracadutisti sono soggetti.
Da lì derivano i famosi 13 kn.
Dagli studi sull'allungamento delle corde e del fattore di caduta sono invece derivati i parametri in percentuale di allungamento che le corde devono avere.
Da qui ancora la teoria del dissipatore per evitare la rottura di corti spezzoni di corda.
SanGioss
#9 Inviato : giovedì 31 marzo 2011 9.14.06(UTC)

Rank: Advanced Member

Gruppi: Registered
Iscritto: 26/03/2011(UTC)
Messaggi: 283
Man
Locazione: Ronchi dei Legionari

Thanks: 0 times
Ringraziato: 0 time(s) in 0 post(s)
Davide.DB ha scritto:
SanGioss ha scritto:
Ricordo i cordini in kevlar resistentissimi a trazione ma si tagliavano come burro se facevano angolo su uno spigolo.


Sicuro fosse Kevlar...??
Da quel che ho capito il kevlar è molto resistente al taglio, prova a tagliarlo con una forbice..



Sicurissimo.
Resistente se sottoposto a taglio lento, sottoposto invece a trazione+taglio, come potrebbe suuccedere in un volo con leva su uno spigolo, si tranciava di netto.
Ricordo anche qualcosa di scritto sulle riviste specializzate di una 20ina o più di anni fa...
Davide.DB
#10 Inviato : giovedì 31 marzo 2011 9.50.51(UTC)
Rank: Member

Gruppi: Registered
Iscritto: 26/03/2011(UTC)
Messaggi: 16
Man
Locazione: BL - Bananas and Nuclear unRepubblic

Thanks: 0 times
Ringraziato: 0 time(s) in 0 post(s)
gabriele
#11 Inviato : giovedì 31 marzo 2011 10.49.27(UTC)

Rank: Advanced Member

Gruppi: Registered
Iscritto: 24/03/2011(UTC)
Messaggi: 397
Man
Locazione: Trieste

Thanks: 1 times
Ringraziato: 0 time(s) in 0 post(s)
A leggere in giro per internet, sembra che il kevlar non lo si usi oltreoceano. Anzi, in alcuni forum se ne parla come di un metodo "vecchio".
Sulla sua resistenza si trovano voci discordanti, ma pare che regga male i piegamenti, perdendo considerevoli livelli di resistenza molto prima di altre fibre.
Ho anche trovato scritto che le singole fibre, o i fili, si tagliano tra di loro.
Vigi
#12 Inviato : giovedì 31 marzo 2011 12.49.14(UTC)

Rank: Advanced Member

Gruppi: Registered
Iscritto: 26/03/2011(UTC)
Messaggi: 113

Thanks: 0 times
Ringraziato: 2 time(s) in 2 post(s)
Come ha scritto Davide e lo consiglio anch'io, in salita usare i barcaioli, il caso delle longe è per la discesa. Ho consigliato le varie longe per il motivo di non fare nodi (riducono a metà il carico del cordino/fettuccia) la Daisy Chain è per uso alpinistico. La Yaku la si usa nel soccorso alpino per motivi pratici, ma la ritengo comoda e pratica anche in montagna.


gabriele
#13 Inviato : giovedì 31 marzo 2011 12.55.32(UTC)

Rank: Advanced Member

Gruppi: Registered
Iscritto: 24/03/2011(UTC)
Messaggi: 397
Man
Locazione: Trieste

Thanks: 1 times
Ringraziato: 0 time(s) in 0 post(s)
Beh, se consideriamo la semplicità e la logica come dei valori, penso anch'io che il barcaiolo sia il sistema migliore.
SanGioss
#14 Inviato : giovedì 31 marzo 2011 15.47.46(UTC)

Rank: Advanced Member

Gruppi: Registered
Iscritto: 26/03/2011(UTC)
Messaggi: 283
Man
Locazione: Ronchi dei Legionari

Thanks: 0 times
Ringraziato: 0 time(s) in 0 post(s)
Alla fine, come dice Gabriele, la semplicità e la logica sono le cose migliori. Poi consideriamo che da sempre si è cercato di fare tutto col minor materiale e peso possibile e considerando che minori materiali si usano e minori sono le possibilità di errore ecco che il buon vecchio barcaiolo e 1/2 barcaiolo ridiventano indispensabili. Un tempo bastava slegare un cordino e questo diventava longe/staffa/prusik ecc. ecc. Ora non si potrebbe più per via delle omologazioni, quindi soltanto "roba" cucita. E questo non si può più e quest'altro assicura e quest'altro ancora per 1 corda e un terzo per 2 ecco che viene stravolto il concetto iniziale di leggerezza e ci si porta dietro un sacco di roba inutile. Tra l'altro sono appena tornato da Sportler al Giulia sconvolto dal fatto che non si trovano più i classici chiodi da montagna!!!!

Io mi metto anche nei panni delle nuove generazioni che hanno iniziato con secchiello, grigri, gigi e quant'altro e mi chiedo se sarebbero in grado di cavarsela nel malaugurato caso di rottura/perdita/malfunzionamento di questi marchingegni.
gabriele
#15 Inviato : giovedì 31 marzo 2011 19.55.50(UTC)

Rank: Advanced Member

Gruppi: Registered
Iscritto: 24/03/2011(UTC)
Messaggi: 397
Man
Locazione: Trieste

Thanks: 1 times
Ringraziato: 0 time(s) in 0 post(s)
Devo contraddirti sangioss, oggi sono stato anch'io allo Sportler, e c'erano ben due chiodi ;)
A parte gli scherzi, parlavo di questo proprio oggi con un amico, e alla fine si arriva al solito problema, o almeno a quello che per me è il problema, ovvero l'eccessiva omologazione che c'è, non solo nell'alpinismo, nell'arrampicata e nella montagna ma nei vari aspetti della vita in genere.
SanGioss
#16 Inviato : giovedì 31 marzo 2011 21.42.02(UTC)

Rank: Advanced Member

Gruppi: Registered
Iscritto: 26/03/2011(UTC)
Messaggi: 283
Man
Locazione: Ronchi dei Legionari

Thanks: 0 times
Ringraziato: 0 time(s) in 0 post(s)
Concordo....ma....a parte gli scherzi, dove hai visto i chiodi, che io mica li ho visti? :) :D

Comunque si, se da un lato le omologazioni servono per sapere con che tipo di materiale si ha a che fare, dall'altro implicano complicazioni burocratiche, assicurative, d'uso e speculative....e chi ci rimette siamo noi utilizzatori e chi ci crede ciecamente.
Per esempio oggi ho visto il kit di assicurazione ??? formato da secchiello e moschettone a pera con ghiera e una misera plastichina che unisce il tutto per non poter sbagliare!!!! E subito ho pensato "Ma mi hai preso per scemo?"....evidentemente le case produttrici si sono accorte che alla gente bisogna dare "cose specifiche"....chissà se a quegli acquirenti verrà in mente che quello stesso moschettone si può usare in 1000 modi diversi senza doverne acquistare un altro, stesso dicasi per il secchiello: basta dividerli!!!
gabriele
#17 Inviato : giovedì 31 marzo 2011 22.00.42(UTC)

Rank: Advanced Member

Gruppi: Registered
Iscritto: 24/03/2011(UTC)
Messaggi: 397
Man
Locazione: Trieste

Thanks: 1 times
Ringraziato: 0 time(s) in 0 post(s)
i chiodi erano appesi lì vicino al set di cui parli, in alto a destra, vicino alle scarpette... Ma ripeto, due di numero.
Vigi
#18 Inviato : venerdì 1 aprile 2011 0.33.52(UTC)

Rank: Advanced Member

Gruppi: Registered
Iscritto: 26/03/2011(UTC)
Messaggi: 113

Thanks: 0 times
Ringraziato: 2 time(s) in 2 post(s)
Il nuovo arrampicatore mi sa che non saprebbe far assicurazione in falesia senza il grigri :-) figuriamoci se gli cade la gigi in montagna....... :-)

Non la vedo cosi drastica..... ma li prendo sempre in giro :-)
Il fatto è che se nessuno gli sta dietro e gli spiega, prima i nodi e la loro funzione e poi i vari arnesi che hanno preso il loro posto.
Perchè è più facile dire "la corda la metti così, vedi c'è anche il disegno stampato..." che stare a spiegare come fare i nodi in varie situazioni, è tutta una questione di praticità e il volere di saper tutto e subito che va a scapito nelle situazioni di perdita dell' arnese.
SanGioss
#19 Inviato : venerdì 1 aprile 2011 17.09.55(UTC)

Rank: Advanced Member

Gruppi: Registered
Iscritto: 26/03/2011(UTC)
Messaggi: 283
Man
Locazione: Ronchi dei Legionari

Thanks: 0 times
Ringraziato: 0 time(s) in 0 post(s)
Vigi ha scritto:


..... che va a scapito nelle situazioni di perdita dell' arnese.



eh....se si perde l'uso dell'arnese è veramente grave :) :) :)


Concordo, oggi è tutto troppo schematizzato e a portata di mano...ti illudono di sapere. D'altra parte manca completamente la curiosità di sapere.
In fondo non è così grave a patto che si sappia distinguere palestra da montagna.


Vigi
#20 Inviato : venerdì 1 aprile 2011 22.35.16(UTC)

Rank: Advanced Member

Gruppi: Registered
Iscritto: 26/03/2011(UTC)
Messaggi: 113

Thanks: 0 times
Ringraziato: 2 time(s) in 2 post(s)

ahahahah....... di sicuro non gli insegno i trucchi del mestiere...... ahahahah

Utenti che sfogliano il topic
Guest
Forum Jump  
Tu NON puoi inviare nuovi topic in questo forum.
Tu NON puoi rispondere ai topics in this forum.
Tu NON puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum.
Tu NON puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum.
Tu NON puoi creare sondaggi in questo forum.
Tu NON puoi votare nei sondaggi di questo forum.

SoClean Theme By Jaben Cargman (Tiny Gecko)
Powered by {0} versione {1} YAF 1.9.4 | YAF © 2003-2010, Yet Another Forum.NET
Pagina generata in 0,146 secondi.